Informativa
Il nostro sito web utilizza cookies, anche di terzi, per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni o per modificare le tue preferenze sui cookies di terzi accedi alla nostra Cookie Policy.


14#Via del Mare
Descrizione Itinerario

L’itinerario si snoda fra i suggestivi contesti geografici del Polesine e della costa adriatica veneta, nella pianura solcata dai grandi fiumi e nelle aree anfibie di transizione fra litorale ed entroterra. Il percorso si sviluppa principalmente lungo strade arginali e piste ciclabili, attraversando zone di grande valore naturalistico e paesaggistico come lagune, valli da pesca, idrovie storiche, corsi d’acqua e boschi planiziali, intercettando al contempo siti e centri abitati di sicuro interesse storico artistico. Partendo da Rovigo, dove sorge l’innovativo Museo dei Grandi Fiumi, l’itinerario raggiunge in breve l’argine sinistro del Po, comoda direttrice che consente di pervenire ad Adria, antica città romana e sede dell’importante Museo Archeologico. Proseguendo verso est lungo il Canalbianco, e superato il nodo idraulico di Volta Grimana, sulle tracce delle storiche vie della navigazione fluviale, l’itinerario si inoltra negli ambiti umidi del Delta del Po, alle spalle delle località balneari di Albarella e Rosolina Mare. Una volta a Chioggia, il tracciato si allunga nelle esili lingue di terra dei litorali di Pellestrina e del Lido, fra mare e laguna, per poi seguire, attraverso strade secondarie, l’idrovia Litoranea Veneta. Dal litorale del Cavallino fino a Caorle, lungo l’antica via d’acqua, la vista spazia verso gli emozionanti paesaggi della Laguna nord, della Laguna del Mort e delle valli da pesca. Con Caorle alle spalle, il percorso si spinge quindi nelle campagne di bonifica dell’entroterra, non lontano dai centri di Portogruaro e Concordia Sagittaria, per poi ritornare verso la costa nei pressi dell’Oasi di Valle Vecchia e delle spiagge di Bibione, località balneare e termale.