Informativa
Il nostro sito web utilizza cookies, anche di terzi, per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni o per modificare le tue preferenze sui cookies di terzi accedi alla nostra Cookie Policy.


15#Dolomiti - Venezia
Descrizione Itinerario

Tra le diverse macro-aree in cui si articola il territorio veneto riveste particolare importanza quellamontana, e nello specifico gli ambiti geografici del Cadore e dell’Ampezzano, da sempre mete turistiche riconosciute grazie alla presenza delle celebri Dolomiti, monti che conservano ambienti incontaminati e paesaggi mozzafiato. L’itinerario ha inizio presso il Passo Cimabanche, al confine con l’Alto Adige, e si identifica, in tutto il tratto dell’alto bellunese, con la ciclovia “Lunga Via delle Dolomiti”, un suggestivo percorso che sfrutta l’antico tracciato di una ferrovia realizzata durante la Grande Guerra e dismessa negli anni ’60 del 1900. I siti d’interesse intercettati dall’itinerario sono molteplici e di varia natura, da Cortina d’Ampezzo con la sua splendida conca, alle architetture del Villaggio ENI di Borca di Cadore, alla casa natale di Tiziano Vecellio a Pieve di Cadore. Un trasferimento in treno fino a Belluno, sulle tracce degli zattieri che scendevano lungo il Piave verso Venezia carichi di legname, consente di riprendere il percorso verso il Lago di S. Croce, meta degli sportivi amanti della vela. Procedendo verso la pianura veneta si raggiungono in breve Vittorio Veneto, dove è possibile visitare il Museo della Battaglia dedicato alla Grande Guerra, e quindi Conegliano, città natale del Cima e “capitale” del Prosecco assieme alla vicina Valdobbiadene. Una volta giunti nel centro storico di Treviso, con il suo reticolo di canali e rogge, si imbocca la “Ciclovia del Sile”, che attraversando zone naturalistiche e borghi fluviali lungo la via d’acqua conduce fino all’ambito archeologico di Altino, da cui si giunge in breve alla Laguna Veneta.