Informativa
Il nostro sito web utilizza cookies, anche di terzi, per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni o per modificare le tue preferenze sui cookies di terzi accedi alla nostra Cookie Policy.


22#I paesaggi del Palladio
Descrizione Itinerario

L’itinerario si sviluppa fra la città di Vicenza e i Monti Berici, fra le testimonianze architettoniche palladiane e i dolci declivi collinari che si ergono alle spalle del fiume Bacchiglione. Partendo dallo splendido centro storico vicentino, il percorso segue la pista ciclabile della Riviera Berica, sul tracciato della ferrovia dismessa Vicenza – Noventa Vicentina, che consente di giungere in breve a Villa Capra Valmarana, conosciuta come “La Rotonda”; adagiata sulla sommità di un colle, la villa rappresenta uno dei capolavori di Andrea Palladio e si trova nei pressi dell’oasi naturalistico-didattica della Valletta del Silenzio. Dopo aver proseguito lungo la ciclabile fino a Longara, l’itinerario svolta verso il Lago di Fimon, attraverso una strada secondaria che si allunga in un piacevole paesaggio rurale. Lo specchio lacustre riveste una notevole importanza sia sotto l’aspetto ambientale sia dal punto di vista archeologico, con i ritrovamenti che testimoniano l’antica presenza di un villaggio preistorico sulle sue sponde. Lasciato il lago alle spalle, il percorso si inerpica sui crinali dei Berici, per poi raggiungere il paese di Arcugnano, punto di osservazione privilegiato verso i colli e le prealpi vicentine. L’escursione volge quindi al termine in prossimità del Santuario di Monte Berico, il celebre edificio religioso che domina la città di Vicenza e che conserva al suo interno preziose opere d’arte di valore devozionale.